De Vincenti possibile nuovo Commissario al posto di Errani

Potrebbe essere Claudio De Vincenti, attuale ministro della Coesione territoriale e il Mezzogiorno, il nuovo Commissario alla Ricostruzione dopo il terremoto del 2016 nell’Italia centrale.  Al momento, secondo indiscrezioni che trovano conferme, De Vincenti  sarebbe in prima fila per succedere a Vasco Errani, che lascerà l’incarico il prossimo 9 settembre.

Gli incarichi di governo

De Vincenti è un professore, da tempo consulente dei governi di centro-sinistra. Fu nominato Sottosegretario allo Sviluppo Economico il 28 febbraio 2014 e il 25 giugno 2014 nominato Vice Ministro, dal 10 aprile 2015 ha ricoperto la carica di Sottosegretario alla Presidenza del Consiglio dei Ministri con le funzioni di Segretario del Consiglio dei Ministri. Aveva già ricoperto la carica di Sottosegretario al Ministero dello Sviluppo Economico da novembre 2011 a febbraio 2014.

Il profilo accademico

Professore Ordinario di Economia Politica presso il Dipartimento di Economia e Diritto dell’Università di Roma “La Sapienza”, De Vincenti ha lavorato nella regolazione dei servizi di pubblica utilità, è stato Consigliere economico presso la Presidenza del Consiglio, il Ministero dell’Economia e finanze, il Ministero della Salute. Presidente del Comitato Scientifico dell’Osservatorio Prezzi del Ministero delle Attività produttive. E’ stato Coordinatore del Consiglio Tecnico Scientifico dell’Osservatorio sulla Famiglia presso la Presidenza del Consiglio dei Ministri, Membro del Consiglio di Amministrazione dell’Agenzia Italiana del Farmaco, Componente del Nucleo di Valutazione per la spesa previdenziale presso il Ministero del Lavoro, e in passato Membro del Comitato Esecutivo della Fondazione Astrid (con Bassanini, Amato, ecc.) , della Fondazione Nens (quella di Vincenzo Visco), del Comitato Scientifico del “Centro Europa Ricerche”. 

Un tecnico serio e apprezzato, preparato ma flessibile, che fin qui ha sempre lavorato piuttosto nell’ombra, e con successo, su alcune delle questioni più delicate affrontate dal governo, dalle crisi industriali, ai rapporti con le Regioni sul finanziamento della sanità. 

Check Also

La Corte dei Conti boccia la ricostruzione, spreco infinito

La Corte dei Conti ha acceso un faro investigativo sulla ricostruzione del Centro Italia dopo …

Aggiungi qui il tuo commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:

Send this to a friend